Il terzo incomodo – di Elena Marinelli

IlterzoincomodoFa sempre impressione quando leggi un romanzo scritto da una amica, pensi “è bello, dovrebbero pubblicarlo” e poi succede esattamente questo e te lo trovi tra le mani. Fa impressione perché quasi mai le cose vanno “come dovrebbero andare”. E invece.

Invece l’elena ha scritto una bella storia, che ruota attorno ad un bellissimo personaggio femminile che, per una volta, fa cose normalmente strane (o stranamente normali). Teresa, la protagonista, non si muove come uno pensa che “dovrebbe” muoversi, ma come le viene in quel momento. Teresa è viva. Teresa è bella, ma non ci crede, quindi è come se non lo fosse, perché la gente crede alle cose di cui la convinci più che alle cose come sono. Teresa fa cose che razionalmente non sembrano avere un senso e invece ne hanno uno, ed è il senso giusto per lei, come accettare come amica una persona con cui non ha nulla in comune, che non le sta nemmeno simpatica, perché questo le regala un posto nel mondo. Teresa impara a vivere guardando la vita altrui, prendendone qualche pezzo, appropriandosene quando nessuno la guarda o quando qualcuno non c’è più. Teresa fa cose per rendere felici le persone che ha accanto, perché non sa come rendere felice se stessa e allora tanto vale. Teresa si sente sbagliata, è sola, ma ha persone che le vogliono un bene istintivo e profondo, che lei non fa nulla per coltivare o sollecitare, anzi. Teresa cerca di esserci senza esserci davvero, come se mettesse le persone in guardia dal fidarsi di lei, perché oggi c’è e domani non sa. Teresa fa questo perché ha il terrore di chi oggi c’è e domani non si sa: è stata la vita a insegnarglielo.

Teresa fa come in quella canzone degli U2 “Running to stand still”:

And so she woke up
From where she was lying still
Said we got to do something
bout where we’re going

Se c’è qualcosa che non ho amato in questo romanzo è che è troppo breve, avrei voluto leggere di più, leggere ancora, andare più a fondo. Avrei voluto conoscerla meglio, per questo resta tra le tre palle e le quattro, ma brava Elena: farai grandi cose.

Lo potete acquistare qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...